Un itinerario di viaggio in Umbria

Un itinerario di viaggio in Umbria

L’Umbria è senz’altro una delle mete che meglio si adatta a un tour primaverile. In queste righe vi suggeriamo alcune mete interessanti per trascorrere qualche giorno in giro in questa fantastica regione, concedendosi, perché no, anche delle soste all’insegna dell’enogastronomia del relax e del benessere.

Norcia3830238682_f1d7257031_z

Il nostro itinerario di visita prende il via da Norcia, piccola cittadina in provincia di Perugia a sud est della regione. Qui oltre a godervi una visita in questo splendido borgo rinascimentale, dove in particolare si trovano la Basilica di San Benedetto e la Cattedrale di Santa Maria Argentea, è d’obbligo concedersi una pausa gastronomica, grazie all’abbondanza delle famose “norcinerie”, parola che identifica l’arte della lavorazione delle carni suine, arte che proprio da questa città deriva il suo nome.

Spello

Proseguendo verso nord non va tralasciato il borgo di Spello, a circa 30 km. da Foligno. La 428558525_551efffa4f_z“splendidissima colonia Julia” di Giulio Cesare è un borgo incantato che vi invoglierà a perdervi tra i suoi vicoli a passeggiare all’interno della storia di questo borgo umbro, andando alla scoperta dei suoi scorci più suggestivi fatti di piccole botteghearchi antichi e piccole piazzette.
I vicoli di Spello sono ciò che conferiscono all’abitato il suo carattere medievale e anticheggiante, e sono i protagonisti della famosa Infiorata locale, che si tiene il giorno del Corpus Domini e che per l’occasione si vestono a festa con fiori dai mille colori. Alcuni tra i più bei vicoli del centro storico di Spello sono, ad esempio, Via Fontanello e Borgo del Teatro. Particolare anche ammirare, quasi incassate all’interno di questi stretti vicoli, le caratteristiche case-torri, fatte con la pietra calcarea rosa e bianca estratta dal Monte Subasio, ai piedi del quale si sviluppa tutto il centro abitato del borgo.

Gubbio

Ci spostiamo ancora più a nord e raggiungiamo la bellissima Gubbio. Sita nel cuore dell’Umbria, Gubbio 5629375042_4bafeb8f6a_zè un candido gioiello immerso nel verde. Le sue pietre, la sua architettura sono tra le testimonianze più alte di un Medioevo luminoso, raffinato e colto e qui, non lontano dal centro storico, suggeriamo di soggiornare presso il Park Hotel ai Cappuccini, un antico monastero del 700 sapientemente restaurato ed adibito a centro benessere. Qui è possibile scegliere tra vari pacchetti benessere adatti a qualsiasi esigenza.
Numerosi gli edifici di interesse storico-culturale da visitare, a partire dal Palazzo dei Consoli, ma anche il Palazzo del Bargello, la Chiesa di San Francesco dei Muratori e il Palazzo Ducale.

Perugia

Da 4676223112_9bb220695d_zGubbio si comincia a scendere leggermente a sud verso la splendida Perugia. Capoluogo di regione è senz’altro la città più bella da visitare grazie alla sua storia e a un centro cittadino elegantissimo. Il Palazzo dei Priori, la Cattedrale di San Lorenzo, il Collegio del Cambio, la Fontana Maggiore, sono solo alcune delle meraviglie che si possono ammirare qui.
Anche in questo caso suggeriamo di soggiornare alle porte della città, nella località di Brufa di Torgiano e precisamente presso lo sfizioso Borgo Brufa. Il relax e il benessere sono garantiti in questo resort dotato di un eccellente centro benessere con piscina riscaldata che affaccia da un lato su Perugia e dall’altro su Assisi, grazie alla sua posizione collinare.

Spoleto

5120871524_c0a40acc44_zAncora più a sud l’itinerario prosegue verso Spoleto. Se si arriva in auto c’è un comodo parcheggio posto ai piedi della città dal quale potrete scegliere di prendere una comoda scala mobile che vi condurrà fino al famoso Duomo (Cattedrale di Santa Maria dell’Assunta), dove è possibile ammirare alcuni capolavori del Pinturicchio.
Dal Duomo è possibile intraprendere una discesa verso il parcheggio delle auto che attraversa il centro cittadino, pieno di negozi, ristoranti, bar e altri luoghi di interesse culturale, quali la Casa Romana.

Cascata delle Marmore

9737287758_dca0d6a4e3_zL’ultima tappa del nostro itinerario è a Terni, per una gita alla Cascata delle Marmore, vero e proprio spettacolo della natura. Si tratta di una delle cascate più alte d’Europa, con un dislivello di 165 mt. che si orgina dal fiume Velino. Sulle origini della cascata c’è una leggenda: una ninfa di nome Nera si innamorò di un bel pastore: Velino, ma Giunone, gelosa di questo amore, trasformò la ninfa in un fiume, che prese appunto il nome di Nera. Allora Velino, per non perdere la sua amata, si gettò a capofitto dalla rupe di Marmore. Questo salto, destinato a ripetersi per l’eternità, si replica ora nella Cascata delle Marmore.

E’ tempo di rientrare a casa, l’itinerario di visita in Umbria termina qui. Impossibile rimanere indifferenti all’offerta turistica ed enogastronomica di una tra le più belle Regioni d’Italia.

Print Friendly, PDF & Email

About Antonio Amoroso

Agente di viaggio e turismo presso Amoroso Viaggi dal giugno 2000, responsabile della programmazione, blogger e gestore dei Social Media. Account twitter: @antonioamoroso4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + sei =