Mauritius: il giardino dell’Eden

Antonio Amoroso

Antonio Amoroso

Se c’è una destinazione nel mondo che merita l’appellativo di “Giardino dell’Eden” questa è senz’altro Mauritius, isola tropicale al largo del Madagascar, appartenente all’arcipelago delle Mascarene.

Circondata da un mare blu cobalto, dominata da picchi montuosi sempre verdi, baciata dal sole tropicale, l’isola si offre al turista in tutto il suo splendore, grazie anche all’ospitalità del suo popolo.

Occorrerà girare l’isola in lungo e in largo per apprezzarla appieno, spaziare dal caos della capitale Port Louis, al giardino botanico di Pamplemousse, dalle spiagge dorate di Flic and Flac fino a quelle di Belle Mare. Occorrerà salire fino all’alto del cratere di Curepipe per poi raggiungere le terre colorate e le cascate di Chamarel, fino a raggiungere lo splendido altopiano di Le Morne per poi “naufragare” sulla fantastica Isola dei Cervi. Si resterà storditi dalla bellezza dei Flamboyants in fiore che spargono un tappeto di fiori rossi sul prato verde circostante.

Ma prima di tornare a casa non scordate assolutamente di mangiare dei gateaux piments (polpette di lenticchie) o i coloratissimi litchis in una delle bancarelle dei mercati di paese, sempre che l’Isola non vi abbia talmente stregato da impedirvi di ripartire.

Condividi il post

Condividi su print
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin