Un week end a Istanbul

Antonio Amoroso

Antonio Amoroso

Un week end a Istanbul

I luoghi di visita e divertimento da non perdere assolutamente se si ha intenzione di trascorrere un week end nella meravigliosa città sul Bosforo.

Ascolto Istanbul ad occhi chiusi
Spira una leggera brezza dapprima
Lentamente oscillano
Le foglie sugli alberi
Da lontano, molto lontano
I perenni trilli degli acquaioli…

Orhan Veli Kanik

 

Istanbul è una delle città più densamente popolate al mondo. Vera e propria “terra di confine” si estende lungo lo stretto del Bosforo, alla cui estremità meridionale si situa il porto naturale del Corno d’Oro, il lungo fiordo che divide in due la città, e il suo fascino è dovuto proprio al fatto di essere la porta d’ingresso del mondo Arabo, il luogo dove l’Europa lascia spazio ad altre culture, che convivono da secoli in questo luogo.

istanbul6

Per trascorrere un week end all’insegna della cultura e del divertimento, vi suggeriamo una serie di luoghi da non perdere:

La nostra visita non può che incentrarsi se non nella zona di Sultanhamet.

istanbul4Gran parte delle attrazioni turistiche della città sono collocate in questo storico quartiere e alla notte vale la pena farvi una passeggiata, infatti la fontana posta davanti alla moschea blu s’illumina e si riempie di colori, rendendo l’atmosfera del luogo particolarmente suggestiva.
Sultanhamet è  appunto il quartiere dove si trovano la Basilica di Santa Sofia (Hagia Sofia), la Moschea Blu e i Bazar, a cominciare da quello delle spezie:  il Bazar Egizio, oppure dal Grand Bazar, che suggeriamo di visitare la mattina presto, all’apertura delle porte, quando non c’è ancora l’assembramento di turisti che lo caratterizza e i commercianti fanno tranquillamente colazione.
Questa zona della città racchiude l’anima di Istanbul e la caratterizza conferendole un fascino difficile da descrivere.
Il Grand Bazar è un vero e proprio dedalo di strade piene di negozi nel quale diventa difficile orientarsi. Nei mesi invernali ci si può riparare dal freddo e non è difficile passare qualche ora a fare shopping in questo mercato dove si trovano tappeti, ceramiche, orafi e negozi di abbigliamento.

La Moschea Blu è sicuramente l’attrazione più famosa di Istanbul grazie ai suoi 6 minareti e alle sue formelle di ceramica che le conferiscono il colore blu da cui prende il nome.
Consigliamo di indossare dei calzini se si ha intenzione di visitarla, dato che all’ingresso è obbligatorio togliersi le scarpe.

istanbul8Da non mancare per nulla al mondo è una visita al Topkapi.
Topkapi (letteralmente “Porta del Cannone”)  è una porta del Serraglio (palazzo sultanale) ottomano di Costantinopoli (nome antico dell’odierna Istanbul), che tra il 1455 e il 1458 crebbe inglobando il sito dell’antico Palazzo imperiale bizantino. Oggi col nome di questa porta si tende ad identificare tutto il Palazzo del Sultano ottomano (Topkapı Sarāyı).

pugnale-topkapiOrmai adibito ad area museale, il palazzo presenta stanze, giardini e oggetti appartenuti al Sultano tra i quali, oltre agli ori e pietre preziose, spicca un Pugnale dello Shah, pezzo preziosissimo decorato da 3 enormi diamanti incastonati sul suo manico. Il pugnale fu realizzato nel ‘700 come dono del Sultano per lo Shah Nadir di Persia, ma quest’ultimo rimase ucciso in una sommossa e il dono rimase a Istanbul.

La Basilica istanbul3di Santa Sofia (Hagia Sofia) è uno dei punti di riferimento della città. Antichissima e gigantesca (la prima chiesa fu creata addirittura nel 360 d.C.) grazie alle sue immense proporzioni è uno dei monumenti chiave dell’architettura di tutti i tempi.
L’edificio è famoso per l’effetto mistico della luce che si riflette in tutto l’interno della navata, con l’immensa cupola che dà l’apparenza di librarsi al di sopra di quest’ultima. Proprio la sua cupola, fu ricostruita dopo essere crollata a causa di un terremoto.

istanbul5Alla sera vale la pena fare una capatina in Piazza Taksim. La piazza era in origine il punto in cui venivano raccolte le linee d’acqua principali del nord di Istanbul e da lì si diramavano in altre parti della città. Situata nella zona europea della città, da qui si può raggiungere con una comoda passeggiata la Torre di Galata (nella foto), tramite İstiklal Caddesi (Viale Indipendenza), una lunga strada pedonale dello shopping che da questa piazza, seguendo il percorso del vecchio tram, raggiunge appunto il quartiere di Galatasaray.

istanbul2Questa zona è l’ideale se volete trascorrere una serata di divertimenti nella capitale turca. In questa zona infatti si trovano numerosi ristoranti e locali dove mangiare e ascoltare musica per tirare tardi la notte.

Istanbul è una capitale meravigliosa e non bisogna lasciarci sfuggire l’occasioen di visitarla almeno una volta nella vita.

L’economicità dei pacchetti volo / hotel disponibili per questa destinazione ne fanno una delle mete migliori per quanto riguarda il rapporto prezzo / qualità.

Vi invitiamo allora a valutare alcune delle nostre proposte cliccando sul pulsante che segue:

[button-green text=”Cerca le migliori offerte” title=”” url=”https://www.amorosoviaggi.com/wp/offerte-vacanza/”]

Condividi il post

Condividi su print
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin