Week end a Praga: tra leggende e misteri

Antonio Amoroso

Antonio Amoroso

Week end a Praga: tra leggende e misteri

 

Una delle città più affascinanti in Europa è senza dubbio Praga, capitale della Repubblica Ceca.
Vero e proprio capolavoro di arte gotica Praga è una città dal fascino irresistibile, derivante da un’aura di mistero e magia dovuta alle numerose leggende legate al suo nome ed alle storie violente del suo passato. Tale atmosfera ne fa una delle capitali europee più adatte dove trascorrere un week end romantico. Ecco allora un piccolo itinerario per un week end a Praga tra leggende e misteri.

castello

Indissolubilmente legato ai romanzi dell’autore più conosciuto della città, Franz Kafka, il Castello di Praga domina la città dall’alto ed è sede di svariati episodi d’importanza storica.

Il Castello ha attraversato uno dei suoi momenti di massimo splendore durante il regno di Carlo IV (1346-1378) quando divenne sede del Sacro Romano Impero. L’episodio però più importante è quello della “defenestrazione di Praga” avvenuta nel 1618, che scatenò la successiva Guerra dei Trent’anni.

 

Praga misteriosa:

Dal castello si accede al famoso Vicolo d’oro, caratterizzato da una fila di 11 bassi edifici variopinti, costruiti per ospitare  le 24 guardie dell’imperatore Rodolfo II d’Asburgo (1522-1612) e le relative famiglie.

vicolo

La via deve il proprio nome agli orafi che in seguito la abitarono ed è conosciuta anche come “Via degli Alchimisti”, in virtù di una leggenda secondo cui sarebbero vissuti qui anche degli alchimisti  che cercavano di tramutare il ferro in oro per Rodolfo II d’Asburgo e di produrre la pietra filosofale e gli elisir di lunga vita.

Da qui, attraverso una ripida scalinata, si comincia la discesa verso il centro cittadino e l’affascinante quartiere di Mala Strana (Parte piccola), nome con cui dal trecento si identifica questa parte di Praga rispetto a Nove Mesto, (la Città Nuova). Distrutta nel 1541 da un grande incendio, fu ricostruita da artisti e architetti italiani, che le diedero l’attuale aspetto barocco e rinascimentale. Ancora intatta, Mala Strana è un piccolo gioiello con piazzette, splendidi palazzi e angoli romantici.

pontecarloPraga Gotica:pontecarlo2

Proseguendo da Mala Strana si attraversa il Ponte Carlo (Karluv Most), una delle mete principali dei turisti e anche molto amato da artisti locali, musicisti e venditori di souvenir, che vi collocano le loro bancarelle su entrambe i lati tutto l’anno. Ponte Carlo è per Praga un pò quello che “Place du Tertre” è per Parigi. (Leggi anche: “Viaggio a Parigi: consigli nel cuore della Ville Lumière”). Il momento migliore per attraversare il ponte è l’alba, quando si possono scattare suggestive foto delle statue gotiche, oppure il tramonto, quando si può godere di una vista mozzafiato dell’intero Castello, illuminato nell’oscurità calante.

orologioSuperato il ponte si viene proiettati nel cuore della città in quello che è il quartiere di Stare Mesto (la Città Vecchia). Attraverso un vero e proprio dedalo di vicoletti chiassosi e affollati di turisti si arriva alla Piazza Vecchia dove campeggia la famosissima Torre dell’ Orologio Astronomico, da secoli attrazione maggiore della città. Ogni giorno allo scoccare di ogni ora, dalle 9 alle 21, i 12 apostoli si affacciano alle fine trelle dell’orologio e percorrono il loro cammino con la figura della Morte che suona una campana e un gallo che canta: così il tempo è terminato per il Turco che scuote la testa incredulo, l’Avaro, che guarda la sua borsa piena d’oro, e la Vanità, che ammira se stessa in uno specchio. La leggenda vuole che il mastro orologiaio Hanus, autore dell’opera, fu accecato per volere dei consiglieri comunali, in modo tale che non potesse più riprodurre un’opera altrettanto bella. In punto di morte l’orologiaio chiese di poter ascoltare per l’ultima volta il rumore dei meccanismi della sua creazione, ma giunto vicino all’orologio toccò una leva poco prima di morire e bloccò il meccanismo, che per molti anni nessuno riuscì a riparare, consumando così la sua personale vendetta.

mulino

Praga Romantica:lampionaio

Sull’isolotto di Kampa, posto sul fiume Moldava (Vltava) e raggiungibile sia da Stare Mesto che da Mala Strana, ancora oggi potete vedere la ruota del Mulino della Certovka in funzione. Subito dietro c’è un piccolo ponte la cui ringhiera è piena zeppa di lucchetti messi dalle coppie innamorate come segno del loro amore eterno. La passeggiata sotto le facciate colorate delle casette, attraverso gli angoli pittoreschi e le piccole piazzette è una delle più belle di Praga. Al tramonto potrete imbattervi nei lampionai che, in costume d’epoca, accendono a mano i centenari lampioni praghesi.

Praga col suo fascino gotico è una delle più affascinanti località dove trascorrere un fine settimana. ecco allora la nostra proposta per un pacchetto volo e hotel per 4 giorni e 3 notti valida al di fuori di ponti e festività:

pragaoff

Oppure cercate offerte personalizzate cliccando sul bottone seguente:

[button-green text=”Cerca offerte personalizzabili” title=”” url=”https://www.amorosoviaggi.com/wp/offerte-vacanza/”]

Condividi il post

Condividi su print
Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin